Girando epr la blogsfera, ho trovato un post fantastico nel blog Ubuntista

In questo psot ci presenta dieci desideri per Ubuntu 7.10, che secondo me  sono veramente validi. Come ho anche scritto nei commenti, eceto l’autopartitioner, il resto si potrebbe magari anche inserire in EasyUbuntu, un programmino pensato per utenti meno esperti che configura in automatico driver, carice le librerie necessarie, …

I desideri sono questi:

1. Autopartitioner
Un sistema che, in fase di installazione, imposta le partizioni in maniera automatica, scovando eventuali partizioni windows (98, ME, 2000, XP o Vista) o Mac (OS X) e ridimensionando in maniera intelligente (ovvero: una swap “fissa”, e altre cosette variabili), in modo da superare l’ultimo scoglio rimasto per i meno esperti in fase di installazione.

2. Supporto in scrittura ai filesystem
NTFS e NTFS 6.0 (quello di Vista), e a ZFS (se Apple li adotterà), che tra parentesi mi sembra il miglior filesystem oggi esistente. Questa cosa permette una integrazione più semplice con sistemi già esistenti.

3. Outlook express, Outlook, Thunderbird, Eudora e Evolution migrator assistant
Ci vorrebbe un tool che mi permette in fase di installazione di importare TUTTO da un precedente software di posta, oppure di farlo “in remoto” da un altro computer, salvando il tutto in un UNICO file che posso, per esempio, conservare da qualche parte per mia comodità.

3b. General migrator assistant
Una evoluzione di quello già esistente in Feisty (che purtroppo è solo locale), dovrebbe poter girare come LiveCD in qualsiasi computer, salvarsi tutta la roba che serve, e creare un file che può essere messo in un altro computer.
Possibilmente, con supporto anche a SuSE e Red Hat.

4. Supporto tecnico
Gratuito o a pagamento, a scelta, con possibilità per il tecnico di mostrare a video cosa va fatto (facendolo via via confermare dall’utente).
Quello gratuito è fornito da volontari che si collegano ad una pagina di ubuntulinux.org e offrono supporto in lingua.
Quello a pagamento viene fornito da professionisti che dovranno avere una sorta di punteggio per la loro bravura, e permetterebbe di ottenere un supporto di qualità a prezzi modici.

5. Strumenti di sincronizzazione e backup in linea
Un sistema che permette di effettuare backup e sincronizzazione di files (tipo unison) direttamente tramite connessione internet, permettendo in maniera intuitiva di limitare la banda o pianificare le operazioni in ore serali, ad esempio.
Si dovrebbe appoggiare a servizi di backup gratuiti o a pagamento, a scelta.
Sarebbe interessante anche poter fare un backup dell’intero sistema pigiando un tasto (usando per esempio una interfaccia grafica che si appoggia su partimage).
Ancora meglio se mi permette di sincronizzare in maniera intuitiva e semplice due o più macchine da me possedute.

6. Cartella samba condivisa da subito
Una cartella condivisa in rete con protocollo SMB, subito visibile da altre macchine Windows.

7. Supporto eccezionale per la creazione di connessione ad internet
Se riuscire a connettersi ad internet diventa banale, Ubuntu diventa vincente. In molti casi ho notato che la principale difficoltà per utenti inesperti è proprio questa. (eventualmente, il punto 3b riguarderebbe anche l’importazione di connessioni già create in windows o in una altra linux).

8. Marketplace
Sei una azienda che offre servizi su Ubuntu? L’utente può attivare la “pubblicità” quando vuole, e accettare le comunicazioni delle aziende paganti. Interessante anche poter vedere aziende che vendono PC con Ubuntu (magari vicino a casa mia), o che offrono assistenza tecnica in caso di problemi.

9. Manuale in linea
Un manuale straordinario, con esempi video, chiarissimo, per imparare tutto quello che serve su Ubuntu, e riuscire poi a “camminare da soli”. Quello che UbuntuSemplice ha provato ad essere, nel suo piccolo.

10. Shipit
Era una ottima idea, e va ripresa: stavolta non su CD, ma su DVD. Tu ordini 10 DVD, e ti arrivano gratis a casa in tre settimane. E’ il momento di colpire duro gli altri sistemi operativi. Shipit è l’arma vincente.

Il psot completo lo trovate qui.

Trovo le idee veramente geniali, anche se io, appunto, cercheri di colalborare con easyubuntu, che secondo me andrebbe pubblicizzato di piú, visto che é veramente un programmino nel pieno spirito ubuntu.

Do you ubuntu?