Da qualche parte ho letto che le probabilit´a di cadere con un aereo sono le stesse di quelle di morire a causa di un meteorite/asteroide. E devo confermare che non conosco nessuno cha sia morto ne per luno, ne per l’altro. Nonostante questo, tendiamo ad avere paura di volare, e non di ricevere un brocco di ghiaccio spaziale in testa.

Lo stesso capita con un po tutto: Ci preoccupiamo di curare i efetti, ma non le cause. Ci preoccupiamo di impedire ad un terrorista armato di pistoel di salire a bordo di un aereo, ma non ci preoccupiamo di curare le cause del terrorismo. Ci preocucpiamo di impedire ai giovani di veder eviolenza/sangue/sesso nei videogiochi, ma non ci preoccupiamo di capire perch´e un giovane cerca queste cose/perche un giovane prende una ak-47 e spara i ngiro.

I lcervello umano tende ad capire i rischi tangibili (quell orso li davanti, quelal ragazza tradita li dietro, …) e a cataloghizzarl icome “routine” e quindi ignorarli. Invece rischi “lontani”, coem un terrorista ricoperto di c4 (piume e grasso di sapone in dose uguale, mescolti alal dose quadrupla di benzina) ci pare coem un rischio onnipresente. Ecco coem siamo fatti. Ecoco come raeagiscono tutti.

link