foto originale di Schwarzerkater 

Oggi vi vorrei parlare d’ambiente. Non vi voglio imporre di vendere l avostra nuovissima Fiat 500 per comprare un’auto elettrica. Vi consiglio di farlo, eccome, se volete. Ma non dovete. Almeno non ora. Se comprate una macchina nuova fateci un pensioro, ma non siamo ancora al punto di dover cambiare la macchina. I cambiamenti che vi propongo sono di entitá simili, ma portano un netto profitto a voi. (Pure l’auto elettrica lo farebbe, comunque, solo che quelle di buona qualitá quali p.es. la “tesla roadster” hanno ancora dei prezzi proibitivi).

Iniziamo da una cosa conosciuta, sulla quale esistono molti pregiudizi: la fotovoltaica. Ho chiesto qui in alto adige alla (unica) ditta che produce i panelli fotovoltaici. Volevano una cifra altissima, ed dopo una ricerca ho scoperto che quelal é la norma. In itlia. Credevo giá che la fotovoltaica non sia ancora cosí pronta. Poi, ieri,  alla fiera d’autunno a Innsbrugg, ho visto alcuni espositori di energia fotovoltaica. Tedeschi, svizzeri e austriaci. C’era una ditta Austriaca che ha dett oche lavora pure in italia, e che ha un magazzino a Bolzano. Dopo una breve chiacchierata sono giunto a questa informazione: Panelli Solari in grado di fornire 1kW/h.. 5000€. Le case medie oggigiorno hanno 3 kW/h abilitati, quindi mettiamo 3 di questi panelli. 15.000€. Peró i 3 kW/h si raggiungono di rado: il piú delle volte si usano solo intorno ai 1-2 kW/h. Cosa si fa con l’energia restante: la si vende. Cosí si ha di nuovo un po di incasso. Che puó diventare molto, se consideriamo che nelle ore dove nessuno é a casa e non si consuma si puó vendere di piú. Mi sono anche informato riguardo a una tecnologia che mi piaceva tanto: finestre-panelli solari. Esiste. Esistono delel finestre, i cui vetri sono panelli solari. Purtroppo non esiste QUI: Finora questa tecnologia é un esclusiva di uan ditta di florida, che non ne vuole far trapelare il segreto. Quindi dobbiamo accontentarci di mettere dei panelli sul tetto. Questo per coloro che la casa cel’hanno giá.

E se si sta costruendo? O magari espandendo? Modificando? Qui c’é qualcosa di Italiano (Alto-Atesino, ma non siamo tanto pignoli): le Case Clima. Non le conosciete? No nsiete gli unici! Purtroppo poche persono conoscono questo beneficio. Una Casa clima é uan casa costruita cercando di salvaguardare l’ambiente. Sia nelal fase di costruzzione, sia dopo nella “vita” della casa. Certo, costruire una casa clima costa. Ma i risultati sono sbalorditivi: Le case sono belle, e sono praticamente “a prova di temperatura”. D’inverno si riscaldano le case, e la temperatura non esce. Io abito in una casa clima “B” (Le migliori sono le “A”). D’inverno scaldiamo lunedí, e il termosifone parte la prossima volta il mercoledí. La casa semplicemnte non si raffredda piú. Idem con il freddo: d’estate, invece di fare andare il climatizzatore 24/7, in uan casa clima la temperatura non si alzerá mai eccessivamente. PErché vengono costruite INTELLIGENTEMENTE. P.es. si fanno dei controlli con le camere a infrarossi, controllando dove fuoriesce la temperatura. E si vanno a mettere a posto i “buchi”. A proposito: se studiate archiettura, alla libera Universitá di Bolzano (http://www.unibz.it/) c’é un master in “casaclima”.

Un altra cosa é cercare di usare prodotti biodegradabili E compostabili. Perché? 1) non create “cibo” per gli inceneritori. 2) non create immondizia 3) non dovete pagare il servizio dell’immondizia e 4) se avete un orticello compostate le cose e avete un ottima terra per l’anno prossimo. Voi direte: ma cosa posso usare di compostabile per trasportare la mia spesa? Esistono varie tecnologie, p.es. il Mater-bi(tm), ché un polimero di mais completamente biodegradabile e compostabile. Viene usato per fare packaging, borse, sacchetti, ma(in combinazione con cartoncino oppure legno) anche per fare posate usa-e-getta, piatti, bicchieri, ecc. Il tutto compostabile in meno di 3 mesi. Se fate la spesa, e vedete due polli, che sotano lo stesso, non scegliete quello che ha la pubblicitá migliore: scegliete quello che produce il meno rifiuti. Magari non sará conservato per due anni, ma chi se ne frega, tanto lo mangiate la prossimo pasto!

Un ultima serie di considerazioni riguardo al profitto: Oggigioro per uan ditta é facile fare profitto (e molto) attraverso prodotti ecologici. Il problema sta nel fatto che le ditte che lo fanno lo sanno, e lo sfruttano. alzando i prezzi semplicemente per fare piú profitto. Cosí io non ho la possibilitá di comprarmi la mia auto a panelli solari perché la Ford non li vuole rilasciare e la tesla roadster costa troppo. I costi di produzione di un panello solare si aggirano ai 200€.Aumentando il numero di panelli prodotti si puó diminuire ancora. Perché io devo pagare l ostesso panello 1000€? Non é solo sviluppo, quel 800 in piú. É ancha usuria bella e buona.

Questo post é stato pubblicato nel ambito del blog action day(link italiano) .Partecipate anche voi, fateci sentire la vostra vode!