Thinking Blogger Award

Mi sento molto onorato, infatti VoxNova mi ha “passato” il thinking blogger award. Oltre al complimento questo é anche la prima meme (o, come giustamente specifica Vox, Catena di Sant’Antonio per Blog) nelal quale vengo incluso. Comunque il fatto che il mio blog viene segnalato come “ispirazione per pensare” mi fa molto piacere.

Uhm.. ora a me l’arduo compito di scegliere dei blog che fanno pensare… Secondo le regole ne devo scegliere 5. La cosa si fa difficile, infatti raggiungere esattamente 5 é difficile. Ci proveró:

  1. Giacomo Rizzo” (ex. “Shadows, diario di bordo“). Questo blog di certo é fonte di ispirazione per lunghe catene di pensieri. Le sue esperienze, le sue riflessioni e le sue idee sono di certo molto interessanti.
  2. Dispaches from TJICistan“. This english speaking blog is one of the most intresting and inspiring readings in my feed reader. Even though most of the posts are conerning all-american problems, TJIC is capable of writing the things in a fascinating way!
  3. Mindfields“. Anche se posta di rado, Benjamin spesso parla di temi molto profondi, e ogni post che trovat nel suo blog presenta tante possiblitá e spunti per continuare a ragionarci sopra.
  4. the real secrets of madness“. Iseth posta sopratutto sulla sua vita, o temi connessi a eventi recenti nella sua vita. Nonostante questo, i suoi post spesso hanno un sottofondo molto profondo, e provocano delle reazioni mentali molto lunghe e intensive (almeno nella mia mente..).
  5. PostSecret“. Non un blog nel senso “classico”, é un progetto molto interessante. Infatti in intervalli piú o meno regolari vengono postate cartoline spedite da gente da tutto il mondo, sulel quali la gente scrive i suoi segreti. É una possibilitá di sfogo incredibile, e leggere gli segreti degli altri forse puó aiutare chi ha un segreto che non mantiene con piacere. Un lettura di PostSecret di certo impressionerá ogniuno.

Ho tralasciato molti blog che meriterebbero di essere nominati qui, ma le regole sono chiare: solo 5 blog. Vorrei (almeno un pochino) spezzare la catena. I blog nominati non devono, se non vogliono, continuare la catena, ma se un bloggher che mi legge se la sente di continuarla, lo puó: infatti passo la catena a chiunque abbia voglia di continuare.