Cross

Su questo tema tanti hanno giá detto la loro, e io di certo non sono all’altezza di potere “tenere testa” a una mole di gente cosí: non conosco i fatti abbastanza bene, non mi sento ancora abbastanza “esperto”. Un paio di commenti comunque ve li lascio:

  1. Il papa si é spesso espresso in modo.. poco oggettivo riguardo alla scienza. Concordando con la condanna di Galilei, annuendo a divieti di tecnologia, vietando gli ordini religiosi “tecnologici” (per chi é mai stato nelel biblioteche vaticane, non ci sono piú quello che io chimavo sempre i “cyber-monaci”), esprimendo spesso giudizi contrari a medicina e progresso, ha resa chiara la sua posizione in campo.
  2. Il papa cerca di “radicalizzare” la chiesa, cercando di reintrodure pratiche abbandonate da tempo, criticando pontefici progressivi e le “messe moderne” con canti ritmici o “troppo spettacolo”.
  3. Il papa ha insegnato vari anni presos varie prestigiose universitá-
  4. Il papa di certo non é una persona adatta per tenere un discorso per inizio dell’anno accademico presso una universitá laica.
  5. L’errore era di chi ha invitato il papa Benedetto ha tenere questo discorso (se non ho capito male, il rettore)
  6. Il papa, comprensivamente, ha acettato questo invito, e con una furbizia non tanto sottile, ha di nuovo declinato l’invito.
  7. Gli studenti e i professori che hanno protestato contro la visita dle papa hanno sbagliato. E di molto. Perché la libertá di parola é uno dei piú sacri valori (scusate l’allusione), e invece di protestare contro il discorso, avrebbero fatto meglio ha preparare un discorso di risposta scritto con calma, ogettivo e sopratutto senza radicalismi.

Questo alcune mie idee sparse sul tema.

Ripeto quello che é uno dei miei principi:

“[Anche se]Non sono d’accordo con quello che dici, difenderó a spada tratta e fino alla morte il tuo diritto di dirlo”